Bontà 43: i Premi della Bontà 2017

Nel contesto del 43° Premio nazionale della Bontà santAntonio di Padova, per l'anno 2017, sono stati conferiti due Premi della Bontà: ad un singolo Riccardo Meggiorini e ad un gruppo gli Amministratori ed i dipendenti della Ditta Brenta PMC di Molvena (VI).

Premio collettivo della Bontà 2017

All’Amministrazione e ai dipendenti della Dittà BRENTA PMC di Molvena (VI)

“I Colleghi del Cuore”

Motivazione: “Per la straordinaria generosità dimostrata nel donare complessivamente l’equivalente di circa 10 mesi di ferie ad una propria dipendente e collega che desiderava rimanere vicina alla propria piccola bimba, affetta da una grave disabilità, per il tempo che le sarebbe rimasto da vivere. Un gesto disinteressato di molte persone, ciascuna delle quali ha offerto un po’ del proprio. Complessivamente i colleghi hanno raccolto in un mese 198 giorni di ferie ai quali l’azienda ha poi contribuito aggiungendo un’ulteriore settimana. La piccola Nicole di 6 anni è così tornata alla Casa del Padre la sera della vigilia di Natale scorso tra le braccia di mamma e papà. Un gesto di umanità che si è dimostrato “contagioso” rispondendo appieno proprio all’intento promosso dal Premio Nazionale della Bontà, generando altri gesti altruistici come dimostra la notizia recente di una dipendente del gruppo Unicomm di Dueville colpita da aneurisma alla quale 173 colleghi hanno regalato un giorno di ferie a testa, pari a un anno e mezzo di ferie, per la sua riabilitazione.” 

 

Antefatto: Il dolore per la perdita di un figlio è un sentimento che scava nella profondità dell'anima, ma proprio in questo momento cosi difficile, il gesto dei miei colleghi mi ha fatto ricredere nella speranza, donandomi le loro ferie hanno fatto un grande gesto d'umanità. Mi hanno permesso di vivere intensamente gli ultimi mesi di vita di mia figlia, senza preoccuparmi d'altro, togliendomi così il grande peso della sensazione d'isolamento della malattia, influendomi una grande forza per affrontare questo percorso così doloroso e inconcepibile per un genitore. Ai miei colleghi che continuano a sminuire il loro gesto, vorrei dire: non fate così. Se oggi sono ancora una persona che crede nella gioia della vita è grazie anche a loro. Quando mi hanno comunicato che un'altra azienda ha copiato questa iniziativa per sostenere una collega in difficoltà ,mi sono emozionata e ho pensato che anche la morte del mio Grande Amore, NICOLE, è valsa la pena per diffondere il messaggio di solidarietà per il prossimo. Con orgoglio, ringrazio ancora i miei colleghi e l'azienda per aver permesso questo grande atto d'amore.


Premio individuale della Bontà 2017

Riccardo Meggiorini

 “Attaccante contro l’indifferenza”

Motivazione: “Per il coraggio dimostrato nell’affrontare sotto casa l’aggressore di una giovane donna, non curante del rischio che avrebbe corso ma desideroso di difendere l’integrità e la dignità di un essere umano a lui prima sconosciuto. Svegliato nella notte dalle urla di una donna aggredita in strada è subito intervenuto immobilizzando l’aggressore.”

Letto 4359 volte