Stampa questa pagina

MERA ott 2018

Insegnamenti francescani per giovani e adulti sul MeRa di ottobre

Nel mensile anche le interviste ad alcune protagoniste italiane dei prossimi Giochi Olimpici Giovanili, il fresbee di squadra come scuola di vita, il fumetto “La ladra di cioccolato”

Il lupo sarà sempre cattivo, se ascoltiamo solo Cappuccetto Rosso”. È il messaggio che campeggia sulla copertina del MeRa di questo mese, dedicata a san Francesco e al suo insegnamento di fraternità, anche e soprattutto con gli ultimi (illustrazione di Valentina Salmaso). 

All’interno il tema francescano è ripreso in modo originale nella rubrica Incredibile intitolata “Nudi alla meta”Fra Simplicio propone ai giovani lettori del mensile francescano un esercizio per scoprire se e quanto gli oggetti di cui ci circondiamo portano la felicità: prendere carta e penna, andare nella propria stanza, guardarsi attorno e scrivere tutti gli oggetti a cui potremmo rinunciare, che non ci hanno reso più completi, migliori o liberi. Non è forse quello che ha fatto il giovane Francesco d’Assisi quando si spogliò dei suoi abiti davanti a tutti? E quanta libertà si potrebbe guadagnare avendo meno? 

Il dossier “Risultati da prendere al volo” è dedicato ai Giochi Olimpici Giovanili che dal 6 al 18 ottobre di disputeranno nella capitale argentina. Quasi 4000 atleti dai 15 ai 18 anni di 206 nazioni si affronteranno in 32 discipline sportive. Tra questi Alessandro Scotti intervista per il «Messaggero dei Ragazzi» tre atlete italiane: la bolognese Sofia Tomasoni (16 anni) che a Buenos Aires gareggerà col suo kite surf, la trevigiana Alessandra Cortesia (17 anni) danzatrice sportiva di breaking (break dance) e la veronese Sofia Benetti (16 anni) atleta di tiro a segno con carabina. 

In “Una ragazza chiamata autunno” fra Fabio Scarsato racconta la storia della giovanissima Autumn Peltier, canadese della popolazione indigena dei Wikwemikong, che al Children’s Climate Change Conferenze aveva contestato le politiche per l’ambiente del suo primo ministro Justin Trudeau. Il suo è un esempio di quanto possono fare ragazzi e ragazze per il bene della terra. 

Davide Penello si occupa di “Ultimate frisbee. Dove vince il fair play”, sport a squadre miste giocato con il fresbee, senza arbitro, dove vince chi è campione di correttezza. Uno sport poco conosciuto che è scuola di vita, perché la componente agonistica, seppur importante, non è l’unico obiettivo da raggiungere. 

Terza puntata del fumetto lungo inedito in Italia “La ladra di cioccolato” di Beka e Marko, tradotto da Luisa Varotto. Il graphic novel della casa editrice francese Dargaud, come altri della serie, ha un taglio antropologico documentaristico con protagonisti degli adolescenti. L’ambientazione si snoda tra la Cordigliera delle Ande e la Foresta Amazzonica. 

Su Meraweb.it l’indice completo della rivista dal 1° luglio.

Letto 1232 volte