Stampa questa pagina

Medaglione

 


Il medaglione riproduce la medaglia oggi priorale donata dal C.te Alessandro Papafava de Carraresi nel 1828 e presenta sant'Antonio con libro e giglio su una gloria di nuvole.

Il medaglione è forgiato in argento 925/000 e va portato al collo sorretto da una cordoniera di colore rosso.


Donazione indicativa richiesta

con cordoniera € 70,00

senza cordoniera € 49,00

ai quali aggiungere per le spese di spedizione e imballo un importo pari ad € 7,00.


 

Si raccomanda, qualunque modalità di versamento si scelga, di indicare precisamente la causale del versamento e l'indirizzo postale completo per la spedizione al domicilio delle insegne confraternali richieste.

 


Presentazione del medaglione antoniano confraternale o impronta

Il Medaglione confraternale è l’insegna più personale di appartenenza all’Arciconfraternita. Esso viene imposto con solennità ad ogni nuovo ascritto proprio nella Scoletta del Santo dal Priore dopo la benedizione officiata dal Padre Moderatore assistito dal Padre Cappellano alla presenza degli altri ascritti e nell’ambito di una specifica Cerimonia di Vestizione.

Questa la formula di benedizione:

O Dio, Padre onnipotente, tu hai voluto che il tuo Figlio Unigenito morisse sulla Croce per scacciare le potenze del nemico e redimere il genere umano.

Per la santa passione dello stesso tuo Unigenito e per l’intercessione del tuo confessore, sant’Antonio di Padova, ti preghiamo umilmente di effondere la tua santa bene†dizione su queste medaglie [che riportano l’invocazione del tuo Figlio contro i nostri nemici]. Concedi a quanti le porteranno devotamente di ricevere la tua grazia e la tua misericordia ed invocando la mirabile forza che proviene dalla Croce essi siano strappati dal potere degli spiriti maligni e sconfitte le tentazioni di questo mondo, conducendo una vita pura e santa, possano meritare di presentarsi immacolati al tuo cospetto e di vivere insieme a te ed agli angeli per l’eternità.

Per il nostro Signore, Gesù Cristo, tuo Figlio, con il quale vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

L’attuale medaglione confraternale riproduce il medaglione priorale dono del C.te Alessandro Papafava de Carraresi del 1828 e presenta sant’Antonio con il giglio ed il Libro delle sacre Scritture su nuvole del cielo. Il medaglione viene indossato al collo appeso ad una cordoniera di colore rosso e data l’importanza simbolica è realizzato nel nobile metallo dell’argento al titolo di 925/1000.

Quello che oggi viene indossato dal Priore è il prezioso medaglione che dal 1828, ovvero dalla ricostituzione della Confraternita come Confraternita del SS. Sacramento sotto gli auspici del Taumaturgo di Padova fino agli statuti del primo ‘900, veniva indossato non già dal Priore ma dal Protettore della Confraternita, che veniva scelto tra le persone più notabili ed influenti della città. Questa carica fu ricoperta per più di un ventennio dal C.te Alessandro Papafava de Carraresi, che fu chi sponsorizzò il disegno e la scultura del manufatto medesimo.

Nell’ottocento e fino ad oggi i confratelli utilizzavano un medaglione che riproduceva sì quello del Protettore ma in forme più grossolane e meno definite e per tale ragione l’attuale medaglione è stato ridisegnato nel corso degli anni 2002-2003.

Il conio del medaglione ottocentesco è conservato nel Museo della Devozione Popolare della Basilica di sant’Antonio in Padova.