Olivero al Santo

Martedì 22 marzo, ore 20.45 - Basilica del Santo, Padova. Olivero al Santo per la meditazione pasquale sulla misericordia. Il fondatore del Sermig chiude la rassegna “Ama il prossimo tuo”.

Ernesto Olivero, fondatore del Sermig (Servizio missionario giovani) e dell’Arsenale della pace, chiuderà martedì 22 marzo alle 20.45, inBasilica del Santola rassegna culturale “Ama il prossimo tuo” che ha accompagnato la Quaresima in basilica di sant’Antonio a Padova. Primo laico ad aver creato una fraternità di consacrati laici riconosciuta dalla Chiesa, Olivero condurrà una meditazione pasquale sulla misericordia, facendo tesoro della sua ultradecennale esperienza nell’accogliere giovani stranieri, migranti e in stato di disagio sociale, iniziata a Torino nel 1964.

L’incontro al Santo, organizzato in sinergia da Basilica del Santo, Basilica di santa Giustina e da “Corsia del Santo - Placido Cortese”, sarà anche l’occasione per lanciare il 5° Appuntamento mondiale dei Giovani della Pace. «Dopo Torino, Asti, L’Aquila e Napoli, i giovani del mondo si riuniranno a Padova il 13 maggio del 2017 a rinnovare il loro impegno per un presente e un futuro migliore – racconta Olivero -. Inviteremo i grandi della terra ed esperti di economia, politica, scienza, religione, comunicazione, sport, arte, per chiedere a tutti di mettersi in ascolto. Abbiamo scelto il Veneto per un atto di gratitudine verso i tanti ragazzi e ragazze di questa terra che negli anni hanno scelto di frequentare l’Arsenale della Pace, aiutandoci e impastandosi con la nostra vita. Molti di loro hanno deciso di donare tutto, consacrandosi nella Fraternità della Speranza del Sermig. È un cammino iniziato tanti anni fa che continua per dare speranza in un’epoca dominata dalla paura e dall’odio».

Olivero, con la collaborazione dei giovani di tutta Italia, è riuscito a trasformare l’Arsenale militare di Torino in un luogo di accoglienza 24 ore su 24 per i poveri della città, con ambulatorio medico gratuito e distribuzione di beni essenziali per i bisognosi. Vi si trovano anche una scuola di restauro e una scuola musicale. L’esperienza torinese è stata replicata dal Sermig anche a San Paolo del Brasile.

Straordinari sono i numeri di questa organizzazione laica ma cristianamente ispirata. In 50 anni di servizio gratuito il Sermig ha raggiunto il numero di 5.500 volontari, effettuato 23.500.000 ore di volontariato (in media 2.000 ore al giorno), offerto 3.200 interventi e progetti di collaborazione, sviluppo e sostegno a persone di 140 nazionalità dei cinque continenti, inviato nel mondo 7.000 tonnellate di aiuti tra medicinali, alimenti, vestiti, attrezzature (equivalenti a 860 aerei da carico).

Informazioni: Ufficio informazioni Basilica del Santo, tel. 049.8225652 – email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Letto 3645 volte