Quaresima al Santo 2017

“Per piacere a Dio”, al Santo e a S. Giustina catechesi quaresimale in musica. Dal 7 marzo al 4 aprile cinque concerti organizzati da Basilica del Santo, associazione Corsia del Santo e Basilica di S. Gustina.

Arrivare a Dio attraverso la musica. È questo il senso della rassegna “Per piacere a Dio” che prenderà il via martedì 7 marzo alle 20.45, nella cripta della Basilica di Santa Giustina, per terminare il 4 aprile al Santo.

I tradizionali incontri di preparazione quaresimale, organizzati d’intesa da Basilica del Santo e Basilica di Santa Gustina, coordinate dall’associazione Corsia del Santo “Placido Cortese” di Padova, in quest’edizione si vestono di note e di nuovo e per cinque martedì proporranno ai fedeli, e non solo, altrettanti concerti di musica sacra in diverse location delle due basiliche. Preceduti da una sorta di guida all’ascolto, i cinque complessi corali che si succederanno stimoleranno il pubblico a entrare in contatto con i compositori e le loro musiche e, attraverso di essi, a elevare il proprio spirito fino a Dio.

Si inizia martedì 7 marzo alle 20.45, nella cripta della Basilica di Santa Giustina, conbrani gregoriani proposti dai monaci di Santa Giustina e selezionati dalla liturgia quaresimale. I monaci passeranno poi il testimone ad altri complessi corali, tracciando un percorso vocale musicale di bellezza secolare, dal Cinquecento all’Ottocento.

Martedì 14 marzo nella Sala dello Studio Teologico del Santo si esibirà il Coro da Camera del Concentus Musicus Patavinus dell’Università degli Studi di Padova diretto da Ignacio Vazzoler con brani di Heinrich Schütz (1585-1672). 

Il 21 marzo, sempre nella Sala dello Studio Teologico, il Coro Iris Ensemble diretto da Marina Malavasi proporrà musiche per voce e organo di Croce, Scacchi, Zielensky e Tartini.

Nella stessa sede il 28 marzo Alessandro Kirschner dirigerà il Coro Caterina Ensemble nelle esecuzioni di brani da Schutz, Monteverdi e Caldara.

A chiudere la rassegna musicale sarà il 4 aprile in Basilica del Santo il Coro della Cappella Antoniana del maestro Valerio Casarin con un repertorio che va dal rinascimentale Da Palestrina a Haydn, passando per Lotti, Haendel e Bach. 

Verrà distribuito a ogni concerto il programma di sala con la traduzione in italiano dei brani corali e una guida all’ascolto.

«La musica è il primo linguaggio di Dio, e con qualche guida musicale l’ascolto funge anche come preparazione spirituale. Gustare la musica, questo linguaggio universale, per di più favorisce anche un senso di partecipazione e di comunità», spiega padre Francesco Ruffato, ideatore della rassegna e animatore culturale al Santo. «Il titolo “Per piacere a Dio” si ispira alla Lettera agli artisti di papa Giovanni Paolo II – prosegue il francescano -. Il pontefice confidenzialmente scrisse loro che la bellezza è cifra del mistero e richiamo al trascendente, invitandoli affinché la loro arte contribuisse ad affermare una bellezza autentica che, quasi riverbero dello Spirito  di Dio, trasfigurasse la materia, aprendo gli animi al senso dell’eterno».

Tutti i concerti iniziano alle 20.45 e sono a ingresso gratuito.

Informazioni:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e 049-8225652.


In allegato si potrà scaricare il programma integrale in versione pdf.

Letto 715 volte