Stampa questa pagina

Messaggero mag 2017

Le novità dell'edizione nazionale del «Messaggero di sant'Antonio» di maggio. Tra i temi del mese, un reportage dalle zone terremotate del Centro Italia, il turismo sostenibile come volano di sviluppo, il centenario delle apparizioni della Madonna a Fatima.

È dedicata al terremoto del Centro Italia di agosto scorso e alla speranza di ricostruire, nonostante tutto e tra mille difficoltà, la copertina di questo mese del «Messaggero di sant’Antonio». All’interno, con il reportage “Le montagne del terremoto”Andrea Semplici ripercorre i paesi più colpiti dal sisma attraverso le voci, spesso esasperate, di chi in questi paesi vuole ancora abitare. Qualcosa, forse poco, è stato fatto per la ricostruzione, ma molto, moltissimo, resta ancora da fare. Il mensile racconta il prezioso lavoro di un gruppo di frati minori, cappuccini e conventuali che vivono insieme in un “convento di plastica” (un container) e cercano, con la loro presenza, di portare conforto alle popolazioni aiutandole a ricostruire prima di tutto la speranza perduta. Per questo motivo, dai primi di giugno, nei giorni della Tredicina, una reliquia di sant’Antonio sarà in pellegrinaggio accanto ai terremotati sfollati a San Benedetto del Tronto. Un modo per testimoniare la vicinanza a queste terre martoriate da parte dei francescani della basilica padovana del Santo.

Prendendo spunto dal grande dibattito attorno al tema del femminile e del maschile «per via di generi, pari opportunità, femminismi di vecchia guardia e machismi di ritorno», l’editoriale del direttore fra Fabio Scarsato “Di uomini e di donne” rilegge la questione attraverso la Genesi. «L’uomo e la donna, insieme pur nelle loro differenze, sono immagine e somiglianza di Dio. E solo insieme possono osare di pregare il “padrenostro” dell’amore».

L’Onu ha dichiarato il 2017 “Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo” perché questo tipo di attività diffonde consapevolezza del grande patrimonio di civiltà, ecosistemi e valori culturali che contribuiscono al rafforzamento della pace nel mondo. Il dossier del mese “Ogni luogo è illuminato” di Nicoletta Masetto fa il punto sul fenomeno che, anche in Italia e forse più che in altre nazioni, è un’opportunità di crescita, economica e non solo. Un volano per la valorizzazione di territori spesso sconosciuti che registra nel nostro Paese sempre più appassionati.

“Il 13 maggio apparve Maria”, a firma di Alberto Friso, è dedicato ai cent’anni delle apparizioni di Fatima, con le loro profezie, segreti e testimonianze di fede. L’articolo propone anche interviste ai postulatori delle cause, rispettivamente di beatificazione e canonizzazione, di suor Lucia e dei piccoli Giacinta e Francesco.

“Il popolo della ferrovia” di Giovanni Mereghetti racconta la storia di vita di un gruppo di “squatter” della periferia di Calcutta. Park Circus, baraccopoli lungo le rotaie nella zona centro-orientale della popolosa città indiana, ospita molti emigrati dalle campagne. Persone poverissime, in attesa di un treno che forse non passerà mai.

In “Orizzonte millenials” Sabina Fadel intervista Paola Bignardi, coordinatrice del Rapporto giovani 2017 curato dall’Istituto Toniolo sulla condizione giovanile in Italia. Gli italiani nati tra 1980 e il 2000 vivono in un equilibrio precario, in cui vedono più rischi che opportunità nel proprio percorso di crescita. Colpa anche di una società che sembra mortificare l’ingresso di nuove presenze ed energie.

L’ampia pagina culturale curata da Luisa Santinello propone un’intervista a Bill Viola, il video-artista che ha tradotto in digitale la lezione dei maestri del passato, creando installazioni contese dai maggiori musei del mondo (“Confessioni di un pittore elettronico”), e la mostra di Keith Haring a Milano, a Palazzo Reale, che con i suoi omini impressi su spille, t-shirt e cartelloni ha dato vita a una nuova arte popolare (“Haring. Quando l’arte è di tutti”).

Il sommario su www.messaggerosantantonio.it

Letto 4845 volte