Stampa questa pagina

I gruppi scultorei

Salendo una delle due scale, che si aprono a destra e a sinistra rispetto al portone d’ingresso, si giunge al primo pianerottolo da dove si possono ammirare i sei gruppi scultorei in pietra calcarea bianca realizzati dalla famiglia Bonazza nella prima metà del XVIII secolo. A causa del materiale compositivo queste sculture sono alquanto degradate (nonostante i recenti interventi di restauro) ma appaiono ancora sufficientemente leggibili nei diversi attributi delle varie virtù confraternali. I gruppi scultorei rappresentano infatti allegorie qui poste per ricordare a ciascun confratello a ogni passaggio quelle virtù specifiche, che dovrebbero distinguerlo nella vita.

Al primo pianerottolo le virtù fondamentali di ogni buon cristiano

Obbedienza Vigilanza
Obbedienza Vigilanza
con la croce e il dolce giogo dell'obbedienza

 con in mano una lanterna e ai piedi un gallo

 

Alla base dello scalone riunificato le virtù gemelle:

Amore del Prossimo Amore verso Dio
Amore del prossimo Amore verso Dio
con in braccio un pellicano che nutre i figli con il proprio cuore in atto di preghiera, speculare all’amore del prossimo – le virtù gemelle

 

Al secondo pianerottolo le virtù necessarie in comunità:

Concordia e pace Modestia e costanza
Concordia e Pace Modestia e Costanza
l’una offre un cesto ricco di frutta, l’altra spegne a terra il fuoco della guerra l’una velata guarda dalla parte opposta allo specchio, l’altra tiene acceso il fuoco