Stampa questa pagina

Prima domenica del mese

Origini storiche

Già gli statuti quattrocenteschi della Confraternita, prevedevano che tutti gli ascritti Consorelle e Confratelli si riunissero almeno una volta al mese, probabilmente già la prima domenica:

- per un momento di formazione religiosa,

- per assistere alla Santa Messa,

- per discutere delle faccende amministrative e organizzative del sodalizio,

- per la distribuzione di una focaccia benedetta a tutti i convenuti. 

L’erezione dell’Oratorio della Scoletta del Santo e la sua successiva sopraelevazione con la Sala Priorale rispettivamente agli inizi del XV secolo e agli inizi del XVI secolo dovevano rispondere proprio a queste necessità di ritrovo degli ascritti; infatti le Consorelle si riunivano nell’Oratorio al pian terreno mentre i Confratelli nella Sala Priorale al piano superiore.

Incontro mensile

Ancora oggi tutti gli ascritti sono invitati a convenire presso la Scoletta del Santo, sede dell’Arciconfraternita, ogni prima domenica del mese con il seguente Programma:

- ore 9:00, nell’Oratorio della Scoletta del Santo, catechesi del P. Cappellano,

- ore 10:00, in Basilica vestendo mantello e medaglione confraternali, animazione della Santa Messa con al termine la Benedizione del Pane di Sant’Antonio,

- dalle ore 11:00 alle ore 13:15, di fronte alla Scoletta del Santo il Priore, coadiuvato da Consorelle e Confratelli, distribuisce a pellegrini e devoti il Pane Benedetto, accompagnato da un’immaginetta (“santino”) di sant'Antonio con una preghiera al Santo.

L’invito è a consumare il pane durante il pranzo della domenica in Famiglia, come segno di comunione ed unità nella Chiesa cattolica ed apostolica.

Le libere offerte raccolte vengono utilizzate essenzialmente per le Opere Assistenziali antoniane dell’Arciconfraternita, consistenti prevalentemente nel pagamento di alcune bollette di utenze domestiche di famiglie bisognose della città di Padova, segnalate debitamente dalle Conferenze territoriali della San Vincenzo de’ Paoli. 


 

 

Pubblicato in Attività ordinarie