Preghiere per ogni occasione

Preghiere a sant'Antonio di Padova per ogni occasione.

PER LA SCELTA DELLO STATO

O sapientissimo Sant’ Antonio, tu sai quanto interessi al bene temporale ed esterno di un'anima, la savia e prudente scelta dello stato. 

Ecco io mi trovo dinnanzi a questo interessantissimo affare, e comprendo bene che se mi mettessi per altra via che quella segnatami dalla Provvidenza, avrei a pentirmene in questo mondo e forse nell’altro. Ho bisogno di lume e di grazia. E chi meglio di te potrà ottenermene o mio tenerissimo Protettore? 

No, io non voglio fare di mio capriccio; ma mentre dipenderò da coloro che hanno da Dio il compito di dirigermi, porgo umile e calda preghiera a te, perché illumini ed essi a me, acciocché lo stato che abbraccerò sia quello a cui il Signore mi chiama. Non permettere, o caro Santo, che la sensualità, l'interesse, l’amor proprio, lo spirito del mondo abbiano alcuna parte nella mia scelta; ma fa che io non cerchi in essa che la gloria di Dio e il bene dell'altro anima mia.  
 

PER LA PROPRIA FAMIGLIA

Glorioso Sant'Antonio invitto propugnatore delle cattoliche verità e della fede di Gesù Cristo, tesoriere e distributore di grazie e di portenti, con tutta umiltà e fiducia mi fo a implorare il tuo patrocinio a pro della mia famiglia. Io la metto oggi nelle tue mani, accanto a Gesù Bambino. Tu l’assisti nelle sue temporali necessità; tu tieni lungi da essa il calice del dolore e delle amarezze. Che se non lo potesse e del tutto evitare, almeno ottienile il merito della pazienza e della cristiana rassegnazione. Soprattutto poi, salvala dall’errore e dal peccato.  
Tu sai, caro Santo, che i tempi che corrono sono avvelenati dall’indifferentismo e dalla incredulità, che gli scandali e le bestemmie insolentiscono per ogni dove; deh! che non ne resti presa la mia famiglia; ma vivendo sempre fedele alla legge di Gesù Cristo, ai dettami della Chiesa Cattolica, meriti un giorno si trovarsi tutta riunita a godere il premio dei giusti in paradiso.  

 

PER LA CONVERSIONE DI UN FIGLIO  

O mio tenerissimo protettore Sant' Antonio, che durante la tua vita mortale tanto zelasti la salvezza delle anime, ti muova a pietà l’angoscioso cuore di una madre, stanziato alla vista dell'indifferenza religiosa del proprio figlio. Tu che sei il ritrovatore delle cose perdute, fa ritrovare al mio figlio quel rettò sentiero religioso che io gli insegnai, e per il quale egli, prima che le ree massime del mondo, ammorbassero la sua esistenza, camminava con tanta mia consolazione.  
Deh! caro Santo, tu che tante colte dissipasti le tempestose nubi del cielo e svelasti gli inganni del demonio, fa il segno su quell’anima, svelate le insidie del nemico infernale, acciocché conosca la sua miseria, spirituale; e, quel figlio prodigo rinsavito, ritorni fra le braccia del Padre celeste, per non dipartirsene mai più. Questa grazia che da te aspetto: Tu me la devi ottenere.  

 

PER LA CONVERSIONE DI UNA PERSONA CARA  

Amabile Sant'Antonio, che fosti pieno di Santa carità per i poveri peccatori e non risparmiasti fatiche, e penitenze per richiamarli a Dio vieni in mio soccorso, aiutami a convertire quella persona cara al mio cuore, ma non cara a Dio per la sua vita disordinata. Tu sai che essa non è del tutto cattiva. Ha a cuore, sente compassione dei miserabili e procura di aiutarli ama la propria famiglia e ne cerca tutto il bene. Ma, infelice, mentre si interessa agli altri, trascura sé stessa: mentre si intenerisce alle altrui miserie temporali, non cura le sue spirituali.  
È una povera cieca, e tocca a te, o tenerissimo Santo, a impetrarle lume da Dio. È una pecorella smarrita, deh! Riconducila tu all’ovile del buon Pastore. Deh! falle sentire tutta l’abbiezione in cui è caduta, toccale il cuore, e si muova e domandina Dio e ottenga perdono e pace. O Santo, ti scongiuro, non mi negare questa importantissima grazia!  

 

PER DOMANDARE LA PURITÀ  

O purissimo Sant'Antonio, se tutti gli uomini portano il prezioso tesoro della purità in fragilissimo vaso che corre ad ogni istante pericolo di rompersi, o si essere rubato da scaltri nemici, quanto non devo temere io, che da una parte conosco la mia debolezza, e dall'altra i pericoli a cui spesso, anche senza volerlo, mi trovo esposto! Caro Santo, che a soli cinque anni mettesti la tua verginità sotto la tutela di Maria Immacolata, e fosti poi si geloso custode di quest’angelica virtù, da essere ognora assomigliato a un candidassimo giglio e stimato un vero angelo in carne, abbi compassione di me che sono in continue lotte con il senso ribelle, e impetrati che non abbia giammai a macchiare così bella virtù. Tieni da me lontani tutti i cattivi pensieri, tutti i desideri sessuali, tutte le affezioni sregolate. Dammi la purità della mente e del cuore; santificami così nell’anima come nel corpo. E se il solo contatto con il tuo abito ottenne in un subito la tranquillità e la calma di spirito a chi era cotanto travagliato da impuri fantasmi e da fiere tentazioni, deh! te ne scongiuro, orienti anche a me una somigliante grazia: non mi lasciare più a lungo esposto a fiera tenzone, perché io sono debole! Questa grazia la voglio da te purissimo Santo, e per tua intercessione da Maria Immacolata. Fammela per carità che è troppo giusto il desiderio e la ferma volontà che ho di non offendere mai più il Signore e di venire un giorno costassù a godere il premio promesso ai mondi di cuore. 

 

NEL TEMPO DELL’ AFFLIZIONE  

Amorosissimo Sant'Antonio, tender protettore delle anime afflitte, io mi prostro umilmente davanti alla tua immagine con il cuore inondato da fiera amarezza. Nella piena dei mali che mi opprimono a chi posso ricorrere per avere tranquillità e pace, se non a te, che sei lo speciale ritrovatore delle cose perdute? E qual motivo di confidenza e di speranza non devo avere in te che tutti appellano il Santo dei miracoli? Nello splendore della gloria ove Dio volle premiare le tue eroiche virtù puoi dimenticare chi soffre, mentre sulla terra fosti tutto carità per il prossimo; e per accorrere in suo aiuto rompersi spessissimo le leggi della natura e operasti i più insigni prodigi? È possibile che ora, e solamente per me non sarai il graziosissimo Santo.... Il mondo abbandona i suoi amici nel tempo della sventura, per te, tenerissimo amico di Dio, è questo il tempo in cui prodighi più volentieri i tuoi soccorsi. Ebbene caro Santo, tu vedi quali pene io soffro e quali angustie mi opprimono. Sii, te ne scongiuro, il mio amoroso e possente protettore: sollevami da tanti affanni, perché io non ne posso più! Vedi, che sono in procinto di soccombere sotto il peso di tante croci che mi aggravano, di tante tentazioni che mi provano, di tante miserie che mi assediano. Intorno a me non veggo che tenebre, desolazioni, tempeste: un raggio di speranza lo trovo solo nel tuo valevole patrocinio. Potresti lascerei deluso? Che se Dio per i suoi imperscrutabili fini non vuoi togliermi da sì fiero travaglio, ottienimi almeno la forza necessaria e la grazia di ricevere tali pene con rassegnazione, di sopportarle con pazienza, dì soffrirle in espiazione dei miei peccati, per soddisfare la divina giustizia e per meritare un giorno la ricompensa e le gloria dei Santi. Così sia.  
  

PER UNA PERSONA INFERMA  

Mi prostro a’ tuoi piedi, o mio protettore Sant'Antonio, e ti presento un’umile ma calda preghiera, per quella persona, pur tua devota, che giace oppressa da fiero malore che ne minaccia la vita. Tu che hai un cuore cotanto benefico, tu che sei il Taumaturgo di tutti i tempi, deh! volgi uno sguardo di compassione a quella infelice, ascolta le sue lagrimevoli voci, e con la tua potente intercessione sollevata dal suo male e guariscila. Parla a Gesù, parla per lei che, dalla loro bontà, per tua intercessione m si aspetta la perduta sanità del corpo, e altre grazie spirituali. Se la otterrà, non se né servita a male, ma se ne gioverà per attendere con proposito alla santificazione dell’anima sua.


PER OTTENERE PROLE  

Glorioso Sant’Antonio, consolatore delle anime afflitte, vedi come io vivo in affanno perché il signore non mi fa ancora divenir madre! Tu ben sai che i figliuoli sono il vincolo d’amore dei coniugati; deh! Dunque intercedi per me, e di al Signore che per i tuoi meriti, pei dolori di Maria e per la Passione di Gesù renda fecondo il mio seno; e io ti prometto di ricevere il dono di un figlio come un sacro deposito da educarsi e conservarsi per il cielo. Che se il Signore per i suoi imperscrutabili fini non vuole esaudirmi, impetra a me e al mio consorte quegli aiuti straordinari, onde soffrire rassegnati questa amara privazione e trafficarla per il Paradiso. 

 

PER DOMANDARE PANE E LAVORO 

Glorioso Sant’Antonio, che ricevesti da Dio il dono di soccorrere i bisognosi e di provvedere il pane ai poverelli guarda alla miseria in cui verso assieme alla mia famiglia. Non so come andare innanzi, né a chi rivolgermi. Le meraviglie di carità che tu operi, hanno gettato un lampo si speranza nel mio scoraggiamento e mi hanno mosso a ricorrere a te. Caro Santo, a te ricorro con viva fiducia: muoviti a compassione di me e de’ miei innocenti figliuoli e vieni in nostro soccorso. Per noi è pane anche il lavoro: provvedicelo o caro Santo, affinché possiamo vivere onestamente senza offesa a Dio. Io spero vivamente, e finché non mi avrai esaudito, tornerò sempre a ripeterti la stessa preghiera: Sant’Antonio aiutaci!  

 

PER RITROVARE LE COSE PERDUTE  

O glorioso Sant’Antonio, poiché il Signore ti ha concesso il potere di far miracoli e, in particolare, quello di far ritrovare le cose perdute, a te ricorro con la fiducia di un figliuolo verso il migliore dei padri. Fammi subito e sempre ritrovare anzitutto, se l’avessi a perdere, la grazia del Signore, e come pegno di questa, che è la più importante, fammi ritrovare... E se più non esiste, fammi conoscere ciò per mia tranquillità.  

 

PER IL BUON ESITO DEGLI ESAMI  

O Santo, prima di espormi agli esami che so costretto a subire, io mi getto ai tuoi piedi e ti prego di assistermi coi tuoi lumi, colla tua sapienza, onde mi abbia a confondere e a ismarrire;ma riesca invece vittorioso nel cimento, per dare così una prova di gratitudine ai miei genitori, che sostennero pel il mio bene ogni sacrificio.  

Ascoltami o Sant’Antonio, ed esaudisci la mia preghiera. Ti prometto che sarò più diligente nel santo servizio di Dio, e continuando negli studi, non mancherò nell’osservanza dei miei doveri verso Dio e verso il prossimo. Così sia. 

 

PER QUALUNQUE BISOGNO  

Indegno per le colpe commesse di comparire dinnanzi a Dio,vengo a’ tuoi piedi, amorosissimo Sant’Antonio,per implorare la tua intercessione nella necessità in cui verso. Siimi propizio nel tuo potente patrocinio liberami da ogni male, specie dal peccato e impetrami la grazia..... Caro Santo, sono anch’io nel numero dei tanti tribolati che Dio ha commesso alle tue cure, alla tua provvidente bontà. Sono certo che anch’io per te avrò quanto chiedo e, così vedrò calmati i miei dolori, confortate le mie angustie, rasciugate le mie lagrime, ritornato alla calma il mio povero cuore. Così sia. 

 

ANTICA PREGHIERA  

tolta da un antichissimo manoscritto spagnolo sperimentata molto efficace ad ottener grazie. 

 

Antifona. A te Signore, che mi hai sempre esaudito, io rivolgo di nuovo le mie suppliche; ascoltami e non rigettare la mia preghiera. Tu che salvi quelli che te sperano, fa scendere sopra di me la tua misericordia. 

Coprimi delle tue ali acciocché m’involi agli strali dei miei nemici. 

 Prega per me, o glorioso Sant’Antonio. 

Affinché mi renda degno delle promesse di Gesù Cristo. 

 

PREGHIERA  

O Sant’Antonio, modello ammirabile di carità e di bontà, per il tuo ardente amore verso Gesù, per quella soave dolcezza di cui Egli ha riempito il tuo cuore, e per quei gloriosi previlegi che ti sono stati accordati e t’hanno reso degno di ammirazione in cielo e in terra io ti supplico di soccorrermi in tutti i miei bisogni e di ottenermi in particolare la grazia che domando a Dio in questo momento..per la tua intercessione. 

Caro Santo abbi compassione di un’anima afflitta che ripone in te la sua confidenza, ottienile la liberazione dalle miserie che la opprimono. 

Glorioso Sant’Antonio che fosti in tutto il corso della tua vita insignito del dono dei miracoli allevia ora i dolori del mio cuore e fa che, mercè la tua potente intercessione, io viva, quaggiù come un sincero e fervente amico di Gesù,affinchè poi abbia la felicità di gioire della sua presenza nel cielo. Così sia.

Letto 42 volte
Pubblicato in Preghiere al Santo
Altro in questa categoria: « Preghiera per la Famiglia