Affidamento e benedizione dei bambini

Transito del Santo e suoi funerali Transito del Santo e suoi funerali Girolamo Tessari nella Scoletta del Santo a Padova

Sant’Antonio ha avuto una particolare predilezione per i bambini. Tra i miracoli da lui compiuti, quand’era in vita, più di uno riguarda proprio loro. Per questo è invalsa la tradizione di porre i piccoli fin dalla nascita sotto la protezione del Santo.

A questa usanza fa seguito quella di far indossare ai bambini l’abitino francescano per ringraziare il Santo della protezione ricevuta e farla conoscere agli altri. Qui si propongono il testo latino originale tratto dal Rituale Seraphicum pubblicato da P. Beda ed una traduzione conoscitiva in lingua italiana.

 

Il ministro indosserà sull’abito proprio la cotta e la stola bianca.

V. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

R. Amen. 

V. Il Signore sia con voi.

R. E con il tuo spirito.

Testo latino

V. Orémus. Breve pausa di   silenzio

Dómine Jesu Christe, Fili Dei vivi, qui ante   ómnia saecula génitus, in témpore tamen Infans esse voluísti et hujus aetátis   díligis innocéntiam; qui párvulos tibi oblátos amánter compléxus es, iísque   benedixísti et Ipse Infans inter bráchia beáti servi tui Antónii de Pádua   peramánter descendísti: infántem istum (infántes istos) praeveni in benedictiónibus   dulcédinis, et praesta, ne malítia mutet intelléctum ejus (eórum), eíque (eísque)   concède, intercessióne ejúsdem beáti Antónii, sub cujus tutéla et patrocínio   hic infans pónitur (hi infántes ponúntur) ut profíciens (proficiéntes) aetáte,   sapiéntia et grátia, tibi semper placére váleat (váleant). Qui vivis et   regnas cum Deo Patre, in unitáte Spíritus Sancti Deus per ómnia saecula   saeculorum.

R. Amen.

Quindi il ministro asperge con l’acqua benedetta i bambini   dicendo:

V. Pax   et benedíctio Dei omnipotèntis, Patris, et Fílii, et Spíritus Sancti   descéndat super te (vos), et máneat semper.

R. Amen.

Testo italiano

V. Preghiamo. Breve pausa di   silenzio

Signore,   Gesù Cristo, Figlio del Dio vivo, Tu ti sei fatto per noi bambino e ami il   candore dei bambini. Quando te li presentavano li abbracciavi e li   benedicevi. Nell’aspetto di bambino sei sceso benignamente tra le braccia di   sant’Antonio.

Scenda   la tua benedizione su questi bambini affinché la malizia non macchi mai la   loro anima; e per la potente intercessione del tuo servo sant’Antonio, alla   cui protezione affidiamo questi bambini, concedi che crescendo con gli anni   nella sapienza e nella grazia, continuino ad essere a te graditi. Tu che vivi   e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei   secoli.

R. Amen.

Quindi il ministro asperge con l’acqua benedetta i bambini   dicendo:

V. La   pace e la benedizione di Dio onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo   discendano su di voi e con voi rimangano sempre.

R. Amen. 

Letto 3542 volte