Premio della Bontà 2024 - I vincitori

Venerdì, 17 Maggio 2024 13:30

Dagli anni ’70 l’Arciconfraternita di sant’Antonio di Padova, secolare realtà associativa della Pontificia Basilica di sant’Antonio in Padova, organizza il Premio della Bontà sant’Antonio di Padova. Annualmente si premiano singole persone o gruppi che si siano particolarmente distinti per Atti di Bontà posti in essere nella vita di tutti i giorni.

Al Premio della Bontà si associa normalmente anche un Concorso nazionale per gli allievi delle scuole primarie e secondarie di I e II grado: per il corrente Anno Scolastico questa parte concorsuale è stata rinviata così da non far cadere la 50esima edizione con il prossimo anno Giubilare, con il desiderio di poter portare il Premio della Bontà in Vaticano chiedendo un’udienza particolare al Santo Padre Papa Francesco nel corso del 2026.

 Quindi la serata di premiazione dell’edizione 2024 del Premio della Bontà Sant’Antonio di Padova, in programma per sabato 25 maggio prossimo nella Basilica del Santo (dalle ore 21.00) vedrà la consegna del riconoscimento a due premiati:

  • l’italiana Maria Parolin conosciuta come suor Miriam, fondatrice di Casa Priscilla una realtà associativa patavina pluridecennale che offre supporto a minori, mamme, donne maltrattate e nuclei familiari in difficoltà, 365 giorni l’anno 24 ore su 24;

  • lo spagnolo Julián Garcia-Anton, il portinaio eroe di Valencia (Spagna) che ha contribuito a salvare gli inquilini del condominio di quattordici piani ove svolgeva il proprio lavoro nel tragico incendio divampato nel febbraio scorso.

LA SERATA DI PREMIAZIONE

La Cerimonia di premiazione si svolgerà appunto all’interno del Santuario antoniano, accompagnata da una performance musicale offerta dall’Orchestra giovanile “Diego Valeri”, dalle ore 21 di sabato 25 maggio 2024 con ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento posti disponibili.

La serata sarà condotta dal Priore dell’Arciconfraternita di sant’Antonio di Padova Cav. Dott. Leonardo Di Ascenzo e consentirà l’ascolto di musiche di A. Vivaldi, J. Sibelius, W.A. Mozart, M. Bruch, J. Brahms, R. Meyer.

 



I PREMIATI

Suor Miriam


Maria Parolin, conosciuta come suor Miriam, è fondatrice di “Casa Priscilla”, un'organizzazione di volontariato che da più di trent'anni offre supporto e accoglienza a minori in situazioni di disagio o di abbandono, mamme senza mezzi di sussistenza, donne maltrattate e famiglie in difficoltà. Giovanissima prende i voti dedicandosi all’insegnamento ed entrando in contatto con il mondo dell’infanzia, a cui consacra la propria vita. Senza rinunciare alla sua vocazione inizia a porre le basi del suo progetto di accoglienza, sostenuta dalla generosità e disponibilità di privati cittadini e di istituzioni. Partita da un piccolo appartamento a Voltabarozzo, con l’aumento del numero di mamme e bambini ospitati si trasferisce nel 2001 nella sede di via Crescini. Nel dicembre 2023 è stata inaugurata la nuova sede di Casa Priscilla in un’area di 1.300 mq in via Vlacovich che consentirà all'organizzazione di quadruplicare il servizio di accoglienza. Suor Miriam ha basato la sua vita su carità, condivisione e amore, concetti che trasmette a chi le si avvicina e che abbattono molte barriere.


Julián Garcia-Anton

Julián nasce il 16 luglio del 1970 a Quart de Poblet nel distretto di Valencia, primo di tre figli di una famiglia religiosa, padre militare e mamma casalinga. Dopo gli studi si industria in diverse occupazioni fino al 2008 quando diventa portinaio del Complesos residenziale Maestro. Il complesso contava 137 appartamenti disposti in più edifici all’incrocio tra i viali Maestro Rodrigo y Rafael Alberti, per una estensione di 4000 mq. Giovedì 23 febbraio 2024 la sua vita e quella di tutti i condomini cambiò improvvisamente. Poco dopo le 17 nell’appartamento 86 all’ ottavo piano divampò un incendio. Julián rendendosi conto di quanto stava accadendo è salito scala per scala, e ha bussato porta per porta per avvisare i condomini. Dopo soli 45 minuti il fuoco prese ancora più forza fino ad avviluppare l’intero palazzo ove, purtroppo, rimasero intrappolate mortalmente dieci persone, tra le quali un’intera giovane famiglia. Una tragedia che avrebbe potuto avere un bilancio ben più grave senza l’intervento di Julian che oggi è stato assunto come portinaio all’Ospedale generale di Valencia.

 


 

LA SERATA MUSICALE

L’Orchestra Giovanile “Diego Valeri” di Campolongo Maggiore (VE) nasce dal progetto “Laboratorio Musicale”, ideato nell’a.s. 2000/2001. Nel 2004 il Progetto è evoluto nella costituzione di un gruppo orchestrale. Oggi, le orchestre del progetto sono diventate tre e riscuotono ampi consensi di critica e di pubblico, eseguendo un vasto repertorio musicale che spazia dalla musica classica, alla contemporanea per inserirsi infine nelle musiche da film. L’Orchestra oggi fa parte della rete dei Cori e delle Orchestre sociali giovanili che è stata inaugurata presso Villa Contarini il 18 giugno 2022.

 

«Anche per quest’anno - commenta il Priore dell’Arciconfraternita Leonardo Di Ascenzo– siamo lieti di poter offrire alla fortunata manifestazione del Giugno Antoniano esempi di bontà non solo provenienti dalla nostra città ma anche internazionali. In un mondo lacerato dalla terza guerra mondiale a pezzi, come la definisce il Santo Padre Francesco, queste persone ci aiutano a sperare e a credere in quell’urlo di inizio del pontificato di Papa San Giovanni Paolo II: ‘Non abbiate paura di aprire, anzi di spalancare le porte a Cristo’. Ed in attesa del Concorso della Bontà del prossimo anno giubilare, siamo altresì contenti che la Basilica si riempia comunque delle note di giovani virgulti della musica grazie al progetto dell’Orchestra “Diego Valeri”.»

 

La manifestazione rientra nel programma del Giugno Antoniano 2024.

Letto 99 volte